PITTA

PITTA

9,90

Violini, viole
Duduk, violino, piano, suonati in modo particolare.
Melodie stimolanti e allegre, elemento fuoco porta emozioni passione, c’è attività, trasformazione
Si usano gli strumenti a corda per creare un suono graffiante, che è Pitta; il violino è strumento Pitta per eccellenza, è fuoco.
Pitta Bhu Ga – molto equilibrato e tranquillo, porta attenzione al terzo chakra. Raga spesso suonato intorno alla mezzanotte. Corde (cora, oud, arpa).
Vasant Mukhari – molto affascinante intrigante passionale. Utilizza una delle scale usate anche per il flamenco. Suonato con grande attenzione affinché non diventi troppo stimolante; ci sono note che hanno un effetto diverso, a seconda di come suonate (ritmo fra le note, tensione fra le note, uso degli intervalli, intervallo di quattro crea tensione (rock, sempre sospeso), intervallo di tre non crea tensione, intervallo di cinque (do-re-mi-fa-sol) fa sentire subito bene. Gli intervalli sono le distanze fra le note.
Raga Jog – equilibrante Pitta per eccellenza. Sitar suonato da Paolo. C’è la parte introduttiva del pezzo (alap), meditativa senza ritmo.

Confronta
Categoria:

Share

Tutto il disco ha suoni rotondi. La musica non è solo questione di melodie e accordi, è questione di suoni. Alcuni suoni sono talmente ricchi che anche con una singola nota è possibile ascoltare il suono per ore ed ore.
Shantam ha fatto un’accurata ricerca sonora, anche in studio, sulle frequenze. Ci sono alcune onde che vanno stimolate e non altre. Un solo suono può spostare completamente l’energia di una persona. Nel suono c’è l’anima di chi suona. Lo stesso strumento suonato da due persone produce suoni completamente diversi, o anche dalla stessa persona in momenti diversi.

La selezione fra i raga è fatta da Paolo Avanzo. Ha scelto tre Raga per ogni Dosha.
La ricerca sui Raga è complessa perché tradizionalmente le informazioni musicali erano “segrete”, solo ora comincia ad esserci apertura e divulgazione di queste preziose conoscenze
Con il tempo si inizia a riconoscere ciò che porta verso un Dosha o un altro
Lo stesso Raga in due contesti diversi, o a causa di un diverso stato d’animo del musicista, cambia
Shantam ha cercato di creare suoni che accompagnino le persone in uno stato di rilassamento:
suoni rotondi, non graffianti; le onde sonore sono appositamente scelte e modellate per dare morbidezza, per permeare, entrare nelle persone.
Come un massaggio molto profondo, anche se lento

Intonazione degli strumenti:
il LA in Francia nell’ottocento viene utilizzato a 435 Hz; nel ottocento ci fu una proposta di Roma di portarlo a 450 hertz. Verdi propose 432 hertz come intonazione ideale, perché a 432 Hz si sviluppano armoniche matematiche pacificanti, naturali; ma invece si stabilì come convenzione generale di usare il 440Hz.
Suonando lo stesso pezzo con le due intonazioni si sente che il 432 hertz è più caldo, più intimo, più naturale, più avvolgente
Negli anni precedenti Shantam sentiva nell’intonazione a 440 hertz qualcosa di stonato , stridente, mentre con 432 hertz tale sensazione scompare; perciò i dischi sono registrati a 432 hertz così chi li ascolta percepirà musica ancora più equilibrante

Orari dei Raga / orari Dosha
Gli intervalli dei Raga: ogni tre ore
Gli intervalli dei Dosha: ogni quatro ore
Ci sono accavallamenti
Quindi è molto complesso e poco facile leggere in questa chiave

Musica V immagini di spazio e aria
Musica P immagini fuoco e movimento
Musica K immagini terra colline acqua